RADIO POWER ITALIA

Official web site

DOWNLOAD STORE

CANALI MULTIMEDIALI

ascolta anche qui Radio Power Italia

tunein radio

Ascolta anche qui Radio Power Italia

radio.it

Ascolta anche qui Radio Power Italia

nobex radio

Ascolta anche qui Radio Power Italia

SANREMO: OPPIO DEL POPOLO ITALIANO

Ottimo lo share del Festival di Sanremo 2020. Apprezzati i co-conduttori Fiorello, Rula Jebreal e Diletta Leotta e il cantante Tiziano Ferro. Diodato vincitore del 70° Festival della Canzone Italiana

Giorno 8 Febbraio  si è conclusa la 70^ edizione del Festival di Sanremo. Un festival con ascolti da capogiro: la finale ha avuto il 60% di share con 11,6 milioni di telespettatori. Si può dunque considerare Sanremo come “L’oppio dei popoli”: uno tra gli eventi più discussi delle ultime settimane da giornali e televisioni, che ha svegliato gli italiani dall’ipnosi causata qualche giorno prima dal “corona virus”, creando una psicosi generale (ipocondria portami via!). Il successo stratosferico di quest’anno, però, non è stato voluto soltanto dalla fortuna: il destino è stato aiutato dalla presenza di Amadeus, conduttore televisivo e showman, nonché collega e grande amico dell’altrettanto showman veterano Rosario Fiorello e dal cantante, nonché artista amato da tutti, Tiziano Ferro, che quest’anno celebra i suoi vent’anni di carriera e festeggia quarant’anni (https://www.youtube.com/watch?v=cowQadAwp4w).

Un’altra lancia scagliata a favore del Festival della Canzone Italiana è stata la scelta accurata dei co-conduttori: oltre a Fiorello, Amadeus è stato affiancato da diversi personaggi femminili. Durante la conferenza stampa, Amadeus ha spiegato la sua scelta: “Perché solo due donne? Siamo al 70esimo e ci possono essere tante donne che possono raccontare tante storie diverse, per età, ruolo, esperienze …“.

Presenti dunque, durante la prima puntata, Diletta Leotta, conduttrice radiofonica, e Rula Jebreal, giornalista e scrittrice italiana di origini israeliane, rappresentante dell’Italia al G7, che ha commosso l’Italia intera con il suo monologo sulla violenza sulle donne (https://www.youtube.com/watch?v=vdL9uf4vd38). Un monologo per niente scontato, che fa riflettere su un tema così delicato, diventato, ahimè, argomento sulla bocca di tutti e troppe volte ridotto al mero “vittimismo” delle donne, quando invece è un problema che non riguarda solo le donne, bensì l’intera società.

La seconda puntata ha visto come accompagnatrici Emma D’Aquino e Laura Chimenti, giornaliste e conduttrici del TG1, e Sabrina Salerno, cantante degli anni ’80 divenuta celebre con il brano Boys (Summertime love). Durante la terza puntata è stata Georgina Rodriguez, moglie del celeberrimo calciatore degli ultimi tempi Cristiano Ronaldo, a dominare il palco dell’Ariston insieme ad Alketa Vejsiu, presentatrice albanese, che ha recitato un monologo sul legame tra Italia ed Albania (https://www.youtube.com/watch?v=SKhJs3QdPZM) . Nella quarta puntata Francesca Sofia Novello, modella e compagna di Valentino Rossi, e Antonella Clerici sono state le “compagne fedeli” di  Amadeus. Per la finale tornano Diletta Leotta, Francesca Sofia Novello e Sabrina Salerno; presente anche la “Zia d’Italia” Mara Venier (pseudonimo di Mara Povoleri). 

Questi sono stati i pilastri del Festival; ma questo evento non sarebbe potuto esistere senza il suo cemento, i 24 cantanti in gara.

Ad avere la meglio su tutti gli artisti con il brano “Fai rumore” Diodato, che giorno 8 ha ricevuto il trofeo di Sanremo raffigurante la palma ed il leone, simboli della città. Vittoria inaspettata per il giovane cantante di origini pugliesi, che commenta così questo suo sogno diventato realtà: “Voglio dedicare questo premio  alla mia città, Taranto, in cui bisogna fare molto rumore. (…) Sono arrivato a questo successo dopo tanti anni di gavetta, e così si raggiunge la felicità” (https://www.youtube.com/watch?v=MZ_6lFk8Jdk). Al secondo posto Francesco Gabbani, a cui seguono I pinguini tattici nucleari e Le vibrazioni. Queste le considerazioni del secondo classificato: https://www.youtube.com/watch?v=JopUwQZNHH0 .

Un clima, quindi, di sana competizione tra i vari concorrenti. Chissà che novità il Festival di Sanremo ci riserverà per l’anno prossimo e se saranno più i top o i flop (che quest’anno non sono certo mancati: basti pensare alla squalifica del brano “Canzone per te” di Morgan e Bugo a causa dell’abbandono del palco da parte di quest’ultimo). Insomma … lo scopriremo solo vivendo!

Articolo a cura di Adriana Cinardo

RPI

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.