Ritorno di fiamma tra i Red Hot Chili Peppers e John Frusciante: l’annuncio sui social

Sembrava una “storia” finita per sempre quella tra John Frusciante e i Red Hot Chili Peppers, ma a quanto pare non è così. La notizia bomba è stata lanciata dalla stessa band tramite i loro profili social ufficiali: “I Red Hot Chili Peppers annunciano l’addio al nostro chitarrista degli ultimi decenni, Josh Klinghoffer . Josh è uno splendido musicista che rispettiamo a cui vogliamo bene. Siamo grati per il nostro tempo insieme. Annunciamo anche, con grande entusiasmo, che John Frusciante rientra nel nostro gruppo”. Questa è la terza volta di Frusciante nella rock band di Los Angeles. Infatti, il chitarrista abbandonò due volte il gruppo: nel 1992 e poi, dopo un primo rientro avvenuto nel 1998, nel 2009. In Italia, il suo addio ai Red Hot Chili Pepper  è conosciuto anche a chi non è mai stato un fan della loro musica, perché richiamato nel titolo del romanzo del 1994 “John Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi.

Frusciante, classe 1970 era il chitarrista degli Red Hot Chili Peppers dal 1988 al 1992. Con loro ha prodotto, tra gli altri album di successo, “Blood Sugar Sex Magik”, capolavoro della rock band californiana, pubblicato nel 1991. Nel 1992, dopo una serie di concerti, il chitarrista decise di abbandonare i Red, che avevano già raggiunto la loro fama. In quel periodo, Frusciante era caduto nella spirale della dipendenza dalle sostanze stupefacenti e soffriva di gravi problemi di salute. Nonostante ciò, non lasciò il mondo della musica, anzi: tra il 1992 e il 1994 realizzò il suo primo album, intitolato “Niandra Lades and Usually Just a T-Shirt”, che diede inizio alla sua carriera da solista. Nel 1998, dopo  una fase di disintossicazione, Frusciante rientrò nei Red Hot, prendendo il posto di Dave Navarro, che l’aveva sostituito nel 1992. Anche grazie a lui, il gruppo realizzò “Californication”, ritenuto tra i loro migliori album di successo. Il secondo congedo di Frusciante dagli Red Hot risale al 2009, dopo la pubblicazione del suo album da solista “The Empyrean”. Insomma, Frusciante è pronto per ricominciare assieme Anthony Kiedis, Chad Smith e Flea, e questa volta forse sarà quella buona.Nel frattempo,  i Red Hot Chili Peppers hanno annunciato due date per il 2020 negli Stati Uniti: il 15 maggio all’Hangout Festival al Gulf Shores, Alabama e il 24 maggio al Boston Calling. Per quanto riguarda le date italiane, i Red saranno al Firenze Rocks il 13 giugno.

A cura di: Katia Di Luna