PASQUALE GALLIPOLI Artista

PASQUALE GALLIPOLI ED UNA MUSICA CHE GIRA IL MONDO

Un poeta prima che un musicista, la parola, la comunicazione di un messaggio tramite i versi, la ricerca del particolare in giro per le città. Questo è Pasquale Gallipoli, artista di Paola, un comune della Calabria spesso al centro dei suoi scritti, sia nelle tematiche che nel dialetto, con cui ha composto circa 150 poesie. “Ho inoltre pronti 64 testi da dover musicare. Anche il mio produttore mi ha detto di fermarmi e concentrarmi su questi”. Non mancheranno dunque canzoni in futuro, il progetto continua. Già a febbraio è in programma la prossima canzone che uscirà sotto il suo nome, brano su cui però non ha voluto dare anticipazioni se non che seguirà la stessa linea che accomuna gli altri brani finora pubblicati: le città.

La canzone che sta promuovendo con la nostra radio è “La mia dolce Italia”, brano pubblicato quasi un anno fa e che è stato scelto anche con l’intento di far girare la figura dell’Italia sotto i punti cardini del “Mare” e del “Sole”, citati anche dallo stesso artista in merito al singolo. “Quello che sto facendo è un percorso che mi sta dando molte soddisfazioni. Il solo fatto che mi sto esibendo in live su canali mediatici argentini o brasiliani mi riempie d’orgoglio” è un po’ il simbolo di quello che l’artista sta vivendo anche fuori dai confini italiani. Ha infatti preso parte a diverse trasmissioni in Brasile e in Argentina, come ad esempio con la “Radio La Luna”, la prima delle radio argentine.

Una curiosità riguardante questo artista è il fatto che il suo idolo principale, Max Pezzali, a cui ha anche dedicato una poesia ed una canzone, è il mezzo con il quale tutto ebbe inizio: “Volevo fare un cd con tutte le cover delle canzoni più importanti di Max, ma con il solo scopo di tenerle per me. Invece il musicista che stava seguendo la mia registrazione, mettendo in parallelo la mia voce con quella di Max, mi ha aperto un mondo e messo sulla strada della pubblicazione di alcuni miei scritti sotto forma di brani musicali.” A volte il proprio idolo può essere non solo fonte di lodi ed ispirazione, ma anche motivazione per andare avanti ed inseguire i propri sogni.

Volevo ringraziare tutte le radio che mi hanno trasmesso, tutti coloro che mi ascoltano e coloro che mi stanno permettendo di girare con la mia musica. Inoltre un ringraziamento particolare a Rocco Logozzo, il primo a divulgare le mie canzoni all’estero, Teresa Serpa, colei che si occupa totalmente della mia figura, in quanto mio agente ed il mio amico Daniele Sanfilippo, colui che cura la musica delle mie canzoni.”

Articolo a cura di:

Matteo Frascadore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.