Oscar 2020, “Parasite” vincitore da record

Oscar 2020, “Parasite” vincitore da record: la lista completa dei premi

Aveva già vinto la Palma d’Oro, è stato osannato dalla critica e ricevuto già importanti riconoscimenti internazionali come il Golden Globe e il Bafta al Miglior film straniero. Alla 92ma edizione degli Academy Award, però, Parasite ha fatto la storia del cinema.

Il capolavoro di Bong Joon-ho ha ricevuto quattro Oscar, nelle più importanti categorie: non solo Miglior Film Internazionale (il nuovo nome del Miglior Film in Lingua Straniera) ma anche e soprattutto Miglior sceneggiatura originale, Miglior regia e Miglior Film. È con quest’ultimo premio che il lungometraggio sudcoreano fa la storia del più prestigioso riconoscimento cinematografico: mai prima d’ora l’Academy Award aveva premiato come Miglior Film una pellicola girata in una lingua diversa dall’inglese.

Tra l’incredulità del cast e della produzione, un emozionatissimo Bong Joon-ho ha ritirato tutte e quattro le statuette. Quando ha ricevuto il premio alla regia, ha reso omaggio agli altri candidati ricordando l’importanza fondamentale che hanno avuto per il suo cinema: Martin Scorsese, in particolare, citato come maestro e Quentin Tarantino “che ha sempre inserito i miei film nella sua lista dei preferiti dell’anno”.

Rimane a bocca asciutta proprio il film di Martin Scorsese (The Irishman), mentre quello di Quentin Tarantino (C’era una volta a Hollywood) riceve l’Oscar per la Miglior scenografia e quello per il Miglior attore non protagonista (Brad Pitt).

Gli altri interpreti premiati sono stati Joaquin Phoenix per JokerRenée Zellweger per Judy e Laura Dern per Storia di un matrimonio.

Ecco tutti i premi assegnati

Miglior film
Parasite (Gisaengchung), regia di Bong Joon-ho

Migliore regia
Bong Joon-ho – Parasite

Migliore attore protagonista
Joaquin Phoenix – Joker

Migliore attrice protagonista
Renée Zellweger – Judy

Migliore attore non protagonista
Brad Pitt – C’era una volta a… Hollywood (Once Upon a Time… in Hollywood)

Migliore attrice non protagonista
Laura Dern – Storia di un matrimonio (Marriage Story)

Migliore sceneggiatura originale
Bong Joon-ho e Han Jin-won – Parasite (Gisaengchung)

Migliore sceneggiatura non originale
Taika Waititi – Jojo Rabbit

Miglior film internazionale
Parasite (Gisaengchung), regia di Bong Joon-ho (Corea del Sud)

Miglior film d’animazione
Toy Story 4, regia di Josh Cooley

Migliore fotografia
Roger Deakins – 1917

Migliore scenografia
Barbara Ling e Nancy Haigh – C’era una volta a… Hollywood (Once Upon a Time… in Hollywood)

Miglior montaggio
Andrew Buckland e Michael McCusker – Le Mans ’66 – La grande sfida (Ford v Ferrari)

Migliore colonna sonora
Hildur Guðnadóttir – Joker

Migliore canzone
(I’m Gonna) Love Me Again (Elton John, Bernie Taupin) – Rocketman

Migliori effetti speciali
Greg Butler, Dominic Tuohy e Guillaume Rocheron – 1917

Miglior sonoro
Mark Taylor e Stuart Wilson – 1917

Miglior montaggio sonoro
Donald Sylvester – Le Mans ’66 – La grande sfida (Ford v Ferrari)

Migliori costumi
Jacqueline Durran – Piccole donne (Little Women)

Miglior trucco e acconciatura
Vivian Baker, Anne Morgan e Kazuhiro Tsuji – Bombshell – La voce dello scandalo (Bombshell)

Miglior documentario
Made in USA – Una fabbrica in Ohio (American Factory), regia di Steven Bognar e Julia Reichert

Miglior cortometraggio documentario
Learning to Skateboard in a Warzone (If You’re a Girl), regia di Carol Dysinger

Miglior cortometraggio
The Neighbors’ Window, regia di Marshall Curry

Miglior cortometraggio d’animazione
Hair Love, regia di Bruce W. Smith, Matthew A. Cherry e Everett Downing Jr.

REDAZIONE RADIO POWER ITALIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.