RADIO POWER ITALIA

Official web site

DOWNLOAD STORE

CANALI MULTIMEDIALI

ascolta anche qui Radio Power Italia

tunein radio

Ascolta anche qui Radio Power Italia

radio.it

Ascolta anche qui Radio Power Italia

nobex radio

Ascolta anche qui Radio Power Italia

MAX PEZZALI

Il Ritorno discografico di Max Pezzali

L’8 novembre scorso è uscito il nuovo singolo di Max Pezzali, “In questa città”, una ballad in perfetto stile Pezzali, nella musica e nel testo, il quale sembra preso direttamente dai suoi anni 90’ con gli 883 in un vocabolario adeguato ai giorni nostri. La città in questione è Roma, città in cui lui ha abitato per parecchi anni in passato, quanto è bastato per poterla descrivere alla perfezione, citando vere e proprie questioni di rilievo nella capitale, quali ad esempio la distinzione tra Roma-nord e Roma-sud, distinzione che riguarda modi di vivere e vocabolari, tra i tanti aspetti. A questo progetto hanno collaborato anche Zerocalcare, con la realizzazione della copertina del singolo, e Giorgio Testi per la regia del video, il tutto accompagnato da una costante presenza sui social, cosa inusuale per Max. Probabilmente hanno avuto peso le diverse proteste ed iniziative prese dai suoi fan nei confronti suoi e del suo staff, accusandoli di prendere con leggerezza le pubblicazioni del loro beniamino, oltre al fatto che Max sia poco presente sui social.

Ma non è tutto. Tra i vari messaggi pubblicati da Max, ce n’è uno che ha incuriosito molto i suoi fan: sembrerebbe essere pronto un nuovo singolo oltre a questo, prima di natale. Di questo singolo non è ancora stato però detto nulla. Sicuramente farà parte del nuovo album, previsto per gli inizi del 2020. E’ questo è il vero ritorno discografico di Max, il cui ultimo album di inediti risale, infatti, al lontano 2015, quando pubblicò “Astronave Max”, contenente il singolo di successo “Sopravviverai”.

Sembra essere ritornato in piena attività Max Pezzali, a cui manca solo il ritorno fisso nelle classifiche la canzone tormentone singolo dell’estate, per sperare in una fase “883 2.0”.

Articolo a cura di: Matteo Frascadore

RPI

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.