RADIO POWER ITALIA

Official web site

DOWNLOAD STORE

CANALI MULTIMEDIALI

ascolta anche qui Radio Power Italia

tunein radio

Ascolta anche qui Radio Power Italia

radio.it

Ascolta anche qui Radio Power Italia

nobex radio

Ascolta anche qui Radio Power Italia

BONTA’ NATALIZIE GELESI

Tra qualche giorno sarà Natale. Iniziamo quindi ad accendere i fornelli per cucinare non qualche piatto natalizio qualsiasi, ma i piatti tipici di Gela, una città siciliana. Prepariamo dunque il nostro palato ad assaggiare delizia dopo delizia!

MPANATE

Per preparare le ‘Mpanate (impanate) si segue la stessa procedura del pane: farina, acqua e lievito. Dopo aver messo un bel po’ di olio di gomito per dar vita all’impasto, mentre lo si fa lievitare si fanno soffriggere i condimenti da porre all’interno: o broccoli, o spinaci, olive, parmigiano e “capuliato” (pomodoro secco sott’olio, NON CARNE MACINATA, significato che invece assume a Riesi e dintorni). C’è chi preferisce aggiungere la salsiccia, tanto per dare a questa bomba calorica un tocco di leggerezza…  . Dopo che i condimenti si sono raffreddati, si taglia la pasta con delle formine rotonde,  e in ognuno di questi si pone almeno un cucchiaio del condimento precedentemente preparato, dopodiché si crea una sorta di mezzaluna piegando la pasta a forma di cerchio a metà, e si arrotolano i bordi formando una specie di treccia.Passiamo adesso al dolce con i rami, il torrone caramellato e le paste di mandorla.

RAMI

Per preparare i rami occorrono: farina, zucchero, uova, burro e lievito per dolci. Dopo aver impastato il tutto, si prende il composto di fichi, mandorle, succo d’arancia e uva passa (già preparato precedentemente) e si fa cuocere a fuoco lento, curandosi di continuare a mescolare per tutto il tempo della cottura. Nel momento in cui il composto si è addensato, si fa raffreddare, dopodiché si stende la pasta, vi si spalma la “marmellata” e si arrotola, dopodiché si taglia a pezzetti e si mette in forno. Appena dorati, i rami vengono decorati con la “diavolina”, pezzetti di zucchero colorato (c’è chi aggiunge anche la glassa nella parte superiore, per dare un tocco in più di dolcezza).

TORRONE CARAMELLATO

Occorrono ½ chilo di mandorle e 250 grammi di zucchero (si può aggiungere anche un cucchiaino di miele). Posti sul fuoco, mescolare per tutto il tempo. Nel momento in cui il composto si è sciolto ed addensato, depositare su un piano in marmo (sopra cui si è già messo un po’ di olio). Cercare di stringere il composto con l’ausilio di un coltello (se non si hanno gli utensili adatti) per dare una forma rettangolare, dopodiché tagliare a pezzetti per servirlo ad amici e parenti!

PASTE DI MANDORLA

Per preparare le paste di mandorla occorrono 250 grammi di mandorle sbucciate, 250 grammi di zucchero, due albumi e ½ cucchiaino di aroma alla mandorla. Dopo aver frullato le mandorle e lo zucchero, si versano i due albumi e l’aroma di mandorle, dopodiché si frulla nuovamente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Appena il composto sarà pronto, versarlo nella sac-à-poche; prendere una teglia, porre su di essa un foglio di carta forno e spremervi un po’ di impasto per tutta l’area della teglia. Guarnire con ciliegie candite o mandorle intere e lasciare in frigo per almeno sette ore, coperti da pellicola. Successivamente, cuocere in forno ventilato (già riscaldato) a 180 gradi per 15 minuti e … voilà! Le vostre paste di mandorla sono pronte per essere gustate!

Articolo a cura di Adriana Cinardo

RPI

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.