8 Aprile: Si conferma in calo il numero dei contagi giornalieri,con 51.680 tamponi effettuati, di cui 3.836 positivi. Contando poi, nelle ultime 24 ore, le persone decedute, 542, e le guarite, 2099, nuovo record di guariti da quando siamo in emergenza, l’incremento è di 1.195. Un leggero aumento rispetto a ieri che non preoccupa a fronte del numero più elevato di tamponi effettuati. In Lombardia, inoltre, abbiamo la metà dei guariti odierni, dato che fa respirare ulteriormente la regione più colpita della penisola.

Il capo della protezione civile, Borrelli, inoltre ha ribadito la necessità di non dover abbassare la guardia in alcun modo, sebbene l’obiettivo sembra avvicinarsi sempre di più. Si è ricordato come i risultati di oggi siano dovuti alle misure in atto due settimane fa, risultati che, dunque, andranno sempre a migliorarsi.

Poche parole riguardo a ciò che sarà da dopo il 13 Aprile, data in cui è prevista la fine di questa prima fase di emergenza. Nulla di certo e concreto, solo rassicurazioni che il governo comunicherà in tempo per organizzare il tutto. C’è comunque un’idea di fondo in cui gli esperti si mostrano d’accordo, ovvero la preferenza di rimandare l’inizio della graduale riapertura a dopo il ponte del primo maggio, un ponte che potrebbe essere rischioso alla luce di una nuova fiammata epidemica.

A cura di:

Matteo Frascadore

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]